Home
Escursione GEO - Domenica 9 novembre
 
Monte Guadagnolo

Monte Guadagnolo [1218 m s.l.m.] - Recensione

 GUARDA QUI TUTTE LE FOTO!

 

Inizi di ottobre nella provincia romana. Bel tempo e temperatura mite, molto mite.
Siamo diretti a San Gregorio da Sassola. Da lì inizieremo un’escursione sui monti Prenestini sicuramente non impegnativa, anche se comunque cammineremo per parecchie ore percorrendo un anello con un dislivello di 800 m.
San Gregorio è una sorpresa. Dei numerosi presenti solo uno vi era già stato. Ci arriviamo attraversando una parte di campagna romana dove un tempo passavano numerosi acquedotti romani. In questa zona sono stati dipinti parecchi di quei quadri dell’ottocento che illustravano l’atmosfera bucolica laziale. Quindi l’avvicinamento in auto è già di per sé piacevole.
A San Gregorio è il castello Brancaccio a sorprenderci. E’ imponente, ben conservato e dà una forte suggestione a tutto l’abitato.
Ci avviamo a piedi. Attraversando tratti di bosco dove i colori iniziano ad assumere le tonalità autunnali (anche se il meglio i boschi lo daranno tra qualche settimana), ci rallegriamo della compagnia. L’assenza di fatica vera facilita la conversazione.
Le radure a pascolo abbondano di rovi carichi di more. Ce ne sono tante e sono squisite. L’abbondanza di more in questo periodo testimonia di una scarsissima affluenza su questo percorso.
Mucche e cavalli bradi a pascolo libero sono sempre un bello spettacolo, specialmente i cavalli, che quando nitriscono e si allontanano al galoppo emozionano sempre. Dal vivo è certo meglio che al cinema.
Dopo tre orette, uscendo da una curva del sentiero boscoso, scorgiamo il Santuario della Mentorella. Il bosco copre la strada e il parcheggio, vediamo solo l’antico Santuario arroccato sulla rupe. La visione ci fa sentire un po’ come viandanti nel Medioevo. Una breve visita incrociando pellegrini e scalatori che arrampicano sulle pareti della rupe e si prosegue verso Monte Guadagnolo.
È nei giardini in cui sorge il monumento ai Caduti che ci fermiamo per mangiare. Siamo accanto alle falesie di Monte Guadagnolo e qualcuno dei presenti torna indietro con la memoria a quando praticò quelle vie.
Sulla via del ritorno assaporiamo le atmosfere che le medie altezze delle catene preappenniniche offrono. Anfratti boscosi, radure e passaggi in crinale che, più dello slancio tipico delle grandi altezze, suggeriscono il raccoglimento interiore.
Una buona domenica è passata. Ci siamo divertiti ed abbiamo respirato storia e natura della nostra terra.

 
Escursione GEO - Domenica 5 ottobre
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 5 - 8 di 160

Menu principale

Home
Contattaci
Links
Negozio

Meteo

 Italia 

  Roma

   Appennini

Tesseramento

Negozio

E' buio sul ghiaccio
E' buio sul ghiaccio
€19.60
Aggiungi


La pista illuminata - Sui sentieri della fantasia e del ricordo
La pista illuminata - Sui sentieri della fantasia e del ricordo
€20.00
Aggiungi


Una cordata di parole
Una cordata di parole
€16.00
Aggiungi


Cadore
Cadore
€25.00
Aggiungi


La scoperta delle Dolomiti 1862
La scoperta delle Dolomiti 1862
€30.00
Aggiungi



"Anche le montagne respirano, ma la nostra vita è troppo breve per potercene accorgere."

Detto Sioux

Tibet

Fascicolo

Fascicolo

Gruppo Escursionistico Orientamenti

pp. 22, € 4