Home
Monte Etna 2013 - Recensione
 Mercoledì 7 agosto, si è svolta la tradizionale e sempre ardua escursione sull’Etna, e come lo scorso anno, essa prevedeva la scalata completa fino in sommità, al cratere principale. Alla partenza non siamo esattamente, come si suol dire, freschi come le rose: l’orario di ritrovo è fissato alle 15.30 del pomeriggio, dopo già qualche giorno di campeggio sotto il secco clima siciliano.
Lo zaino risulta parecchio appesantito dall’equipaggiamento che deve fornire il necessario per passare anche la notte all’aria aperta, e comprende, tra l’altro, un kit di sopravvivenza “razionato” con acqua e cibo limitati. Un ulteriore fattore che contribuisce a porci di fronte alla nostra capacità di tenuta non solo fisica ma anche mentale: occorre infatti una buona capacità di autogestione per far sì che i viveri  bastino per l’intero arco delle quasi 22 ore totali di assenza dal campo-base. Consapevoli di ciò ci raduniamo compatti e, con spirito e buona volontà, cominciamo la salita. Il passo dettato dal gruppetto di testa è serrato, il ritmo intenso, e nonostante la pendenza non sia elevata, già prima dell’arrivo alla consueta tappa del rifugio Galvarina (1878 m s.l.m.), dopo circa 3 ore di cammino, avvertiamo i primi segnali di stanchezza. Il gruppo che, nonostante un paio di rocambolesche soste (impreziosite dalla presenza di non proprio amichevoli insetti), si è comunque sfaldato in gruppetti, si riunisce nella pianura sottostante l’oramai incombente dimora del dio del fuoco. La piana diviene l’accampamento di chi, non sentendo la forza sufficiente per andare avanti, decide di fermarsi: il resto della truppa continua con tenacia l’escursione, consapevole di dover percorrere almeno ancora 900 m di dislivello prima di accamparsi per la notte e deciso a spuntarla in questa lotta sia con sé stesso che con il maestoso monte (il più alto vulcano d’Europa nonché tra i più grandi al mondo).
Leggi tutto...
 
Monte Brancastello - Recensione
 VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA DELL'ESCURSIONE!

Monte Brancastello [2385 m s.l.m.]

Nonostante siano ormai in pieno luglio e frotte di ragazzi si riversano al mare per prendere il sole o mangiare un fresco gelato, GEO sale di nuovo!
La meta da raggiungere questa volta è la vetta del Monte Brancastello.
La partenza da Roma è prevista per le 6.00 della mattina, il tempo di montare in macchina e si parte. Imbocchiamo subito l'autostrada in direzione L'Aquila e dopo la consueta sosta all'autogrill arriviamo nel paesino di Petrara, lo superiamo e in poco tempo, percorrendo uno sterrato, siamo alle pendici del Brancastello.
Nonostante il dislivello di circa 1600 metri, si intravedono facce nuove insieme ai veterani di GEO, ansiose di mettere alla prova il corpo e lo spirito in questa avventura.
Un rapido cambio di scarpe, una controllata agli zaini e subito cominciamo l'ascesa.
Il tempo all'inizio promette bene, il cielo con qualche nuvola bianca non impedisce al caldo sole d'estate di scaldarci a dovere ed accompagnarci lungo il tragitto.
Ci inoltriamo nel bosco e, dopo una piccola svista iniziale che ci fa imboccare il sentiero sbagliato, seguendo i segnali raggiungiamo in circa mezz’ora l'eremo di Santa Colomba a quota 1230 m s.l.m.: facciamo una piccola sosta, giusto per rifocillare il corpo dalle fatiche e dalla calura estiva, e riprendiamo la salita.
Continuando a seguire la traccia, che si inoltra tra gli alberi, si arriva in pochi minuti al limitare del bosco e, senza più la fitta vegetazione a impedircelo, si apre davanti a noi lo splendido paesaggio montano del Brancastello. Ci si sofferma ad ammirare la magnificenza della natura e il pensiero indugia su riflessioni profonde scaturite dal cuore e dalla sensazione di impotenza che si genera in noi di fronte alla maestà ed alla bellezza del creato.
Ancora un paio di ore attraverso erba e rocce e dopo aver avvistato qualche capriolo selvatico, conquistiamo il Vado del Piaverano.
Leggi tutto...
 
Prossima Escursione GEO - Domenica 21 luglio
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 13 - 16 di 155

Menu principale

Home
Contattaci
Links
Negozio

Meteo

 Italia 

  Roma

   Appennini

Tesseramento

Negozio

I quattordici 8000
I quattordici 8000
€25.00
Aggiungi


Montagnes Valdotaines
Montagnes Valdotaines
€18.00
Aggiungi


Il sogno della montagna
Il sogno della montagna
€12.80
Aggiungi


E' buio sul ghiaccio
E' buio sul ghiaccio
€19.60
Aggiungi


Cime inviolate e valli sconosciute
Cime inviolate e valli sconosciute
€25.00
Aggiungi



"Anche le montagne respirano, ma la nostra vita è troppo breve per potercene accorgere."

Detto Sioux

Tibet

Fascicolo

Fascicolo

Gruppo Escursionistico Orientamenti

pp. 22, € 4