Home
Manaslu - Simone Moro rinuncia
 
Prendiamo spunto dalla dichiarazione di Simone Moro che è stata pubblicata non solo su montagna TV, ma anche altri siti e portali dedicarti all'alpinismo.
Nonostante l'intervista sia più lunga (...comunque merita la lettura), e la frase utilizzata per il titolo dell'articolo è parziale rispetto ai concetti espressi da Moro, quella che apparentemente potrebbe sembrare un'umile e rispettosa presa di coscienza da parte di quest'ultimo nei confronti della montagna, rivela ciò che oggi, tra social e media, rischia di diventare l'alpinismo.
Un alpinismo ormai esasperato ad ogni livello e non solo nel caso delle super prestazioni (come la conquista del K2 o del Manaslu di inverno), dove ad affermarsi è lo sforzo titanico di sfida e di conquista, alimentato da un ego senza limiti, che offusca, pone in secondo piano, sbiadisce, l'imprescindibile e fondamentale ricerca di sintonia ed armonia con l'ambiente con cui si entra in contatto.
Concetti come capacità e limiti, infatti, sono attribuibili prettamente all'uomo e non di certo alla montagna, in riferimento alla quale hanno ben poco senso.
Recenti fatti di cronaca (vedi la tragedia sul Monte Velino) dimostrano, non che ce ne fosse bisogno, che anche se si è preparati non è necessario essere su un'ottomila per trovarsi in situazioni critiche.

Ed allora, l'affermazione di Moro, fortissimo alpinista che gode della nostra stima per le tante imprese compiute, assomiglia più ad una dichiarazione sportiva rilasciata dopo che si è perso un incontro di pugilato o una partita di tennis. Con la logica dell'"oggi è stato più forte l'altro", sembra che il rapporto con la montagna sia paragonato e ridotto ad un match, con verdetti, vincitori e sconfitti. In montagna, invece,non si vince e non si perde mai, o forse, paradossalmente ma non toppo, si vince sempre, anche e soprattutto quando la mancata salita in vetta ci fornisce un fondamentale insegnamento esistenziale, fatto di umiltà, semplicità, consapevolezza che a decidere, in fondo, è sempre lei, anche quando ci ha permesso di "conquistarla".... Anche se abbiamo sicuramente "capacità e limiti altamente inferiori" a quelle di Simone Moro, con la montagna non abbiamo mai pensato di gareggiare e mai lo faremo, visto che è sempre stata capace di riempirci il cuore (spiritulamente e non sentimentalmente parlando), non facendoci mai sentire degli sconfitti. Manaslu. Simone Moro rinuncia: "I miei limiti e le mie capacità sono altamente inferiori a quelle della montagna" - Montagna.TV
 
< Prec.   Pros. >

Menu principale

Home
Contattaci
Links
Negozio

Meteo

 Italia 

  Roma

   Appennini

Tesseramento

GEO è su Facebook!


"Anche le montagne respirano, ma la nostra vita è troppo breve per potercene accorgere."

Detto Sioux

Fascicolo

Fascicolo

Gruppo Escursionistico Orientamenti

pp. 22, € 4