Serra di Celano

Purtroppo anche noi siamo state vittime del “terrorismo” meteorologico della scorsa settimana.

In effetti, a sentire telegiornali e siti meteo (anche quelli più specializzati), l’Abruzzo pareva quasi sepolto dalla neve o quanto meno in ottime condizioni di innevamento.

Purtroppo, non avendo contatti in loco, noi poveri illusi abbiamo pensato di tornare sul versante nord della Serra di Celano per il conto in sospeso coi canali che la incidono. Già dalla salita verso il paese un malcelato dubbio si inizia ad affacciare: ma i canali saranno in condizioni?

Nonostante il freddo secco e la giornata perfetta (-9 alla partenza da Ovindoli e totale assenza di vento), il nostro avvicinamento (peraltro abbastanza lungo, visto che ci vuole almeno 1h.30 da quando si lascia l’auto lungo la strada innevata) si trasforma in una graduale presa di coscienza che anche oggi la beffa è servita: se lo scorso anno fu l’innalzamento della temperatura a farci desistere (attaccato il canale siamo dovuti ridiscendere perché dall’alto veniva giù un bel po' di roba…), oggi è la scarsa quantità di neve a servire la delusione.

Image 


La perturbazione da est che ha colpito l’Abruzzo, infatti, ha sicuramente portato molto freddo ma ha scaricato abbastanza poca neve da queste parti dove, complice l’evidente azione del vento forte, abbiamo trovato condizioni più tipicamente di fine autunno che di metà gennaio.

Pertanto, abbiamo costeggiato in maniera sconsolata tutta la parete, osservando i “magnetici” canali con evidenti tratti di erba e sassi ghiacciati sotto una spolverata di neve, siamo risaliti fino alla selletta che si ricongiunge con la via normale e per la cresta, tra roccette, ghiaccio vivo e neve, siamo giunti alla croce di vetta per suonare la caratteristica campana. I ramponi ce li avevamo e ce li siamo tenuti.

C’è da dire, comunque, che da quassù è sempre notevole il panorama, così come è sempre molto estetica la crestina della Serra di Celano.

Peccato, una giornata così sarebbe stata perfetta per un’ascesa su canale con piccozze e ramponi; ma non importa, abbiamo trascorso cinque ore in un contesto meraviglioso ed abbiamo alimentato ancora di più la voglia di scalare questo versante…. prima o poi, non mancheremo all’appuntamento che per ora è solo rimandato.

Geo sale!

 
< Prec.   Pros. >

Menu principale

Home
Contattaci
Links
Negozio

Meteo

 Italia 

  Roma

   Appennini

Tesseramento


"Anche le montagne respirano, ma la nostra vita è troppo breve per potercene accorgere."

Detto Sioux

Fascicolo

Fascicolo

Gruppo Escursionistico Orientamenti

pp. 22, € 4